Agrégateur de contenus

TOSCANA DIGITAL SUMMIT - Evento in Live Streaming  

Data: 13 juillet 2021

E’ la Toscana la protagonista della settima tappa del “Progetto Digital Summit Regionali” con cui The Innovation Group persegue la mission di accompagnare e promuovere l’innovazione nella Pubblica Amministrazione e nei sistemi territoriali, in collaborazione con il Governo Nazionale, i Governi Locali, le Associazioni imprenditoriali, le Università, i Centri di Ricerca e le Imprese.

Prosegue, quindi, il viaggio di ricerca dell’“anima dell’innovazione” dei diversi ecosistemi territoriali, che The Innovation Group ha intrapreso a partire dal dicembre 2018 e che ha toccato finora la Liguria, il Lazio, la Campania (n.2 Edizioni svoltesi nel settembre 2019 ed a marzo 2021), l’Emilia-Romagna e la Lombardia.

Dopo i significativi successi del Lombardia Digital Summit (novembre 2020) e della II Edizione del Campania Digital Summit (marzo 2021) anche il “Toscana Digital Summit” si svolge, il prossimo 13 luglio, in formato digitale ed in diretta streaming.

La manifestazione, organizzata in collaborazione con la Regione Toscana nell’ambito del “DIGITAL ITALY Program 2021”, è articolata in una intera giornata di lavori (ore 9.00 – 18.00) e prevede la realizzazione di 6 Sessioni Plenarie dedicate alle principali tematiche: Digital Transformation e sviluppo dell’economia regionale; Digital Healthcare ed emergenza Covid-19; Mobilità sostenibile, infrastrutture e trasporto pubblico locale; Cybersecurity; Smart City e Turismo; Ecosistema 5G.

Il Summit si propone di delineare le principali iniziative in corso nella Regione e nei sistemi territoriali per lo sviluppo delle infrastrutture digitali, per favorire la crescita digitale delle imprese e per il miglioramento della qualità della partecipazione e dei servizi ai cittadini.

La manifestazione, inoltre, ha l’obiettivo di individuare, valutare e valorizzare le migliori pratiche di sviluppo e di innovazione regionale, affinché siano conosciute a livello territoriale e nazionale ed operino in un contesto di collegamento e sinergia.

Il “Toscana Digital Summit” vuole, infine, offrire una importante occasione di accountability, attraverso cui i vertici politici regionali possano rendere conto ai cittadini di quanto fatto e condividere le linee guida per la crescita, lo sviluppo e l’innovazione della Regione Toscana in un’ottica di programmazione futura.

Il progetto Digital Summit Regionali, nel corso del 2021, analizzerà poi le vocazioni e le identità territoriali di Puglia (mese di settembre), Veneto (novembre) e, infine, Sicilia (dicembre).

Per saperne di più.....

Per registrarsi....

Prévisualisation
Prévisualisation
Prévisualisation
1 de 7

Vittorio Bugli a #ToscanaDigitale - Piano triennale dell'informatica nella PA [17.07.2017]

Bando Connettività Scuole

La Regione Toscana ha approvato un bando per favorire la connettività veloce ad internet in banda ultra-larga negli istituti scolastici pubblici primari e secondari, per un valore complessivo di due milioni di euro (vedi Decreto Dirigenziale 20748/2020) a favore di domande di contributi presentate dagli enti locali (Comuni, Unioni di Comuni, Città Metropolitana di Firenze e Province).

L’assessorato all'innovazione digitale della Giunta Regionale ha individuato in ARTEA, l'agenzia regionale per le erogazioni, l'organismo che assegnerà tali contributi, attraverso un avviso pubblicato sul BURT il 23.12.2020 con effetto dal giorno successivo e per 40 giorni dalla pubblicazione, con termine finale di presentazione delle domande al 1 febbraio 2021. Le domande verranno soddisfatte fino all'esaurimento del budget disponibile.

In merito alle tempistiche di attivazione delle connessioni, si ricorda che saranno accettate le domande per l’attivazione dell’infrastruttura e del relativo servizio di collegamento ad internet in banda ultralarga per le scuole, laddove l'attivazione effettiva del servizio sia successiva alla pubblicazione del bando, quindi dal 23 dicembre 2020 in poi.

QUI disponibile le FAQ di chiarimento sul bando.

L’obiettivo del bando è quello di rispondere ad una necessità concreta delle scuole individuate in Toscana di cui qui è disponibile un elenco.

Per partecipare è necessario accreditarsi sul sito di ARTEA e seguire le istruzioni di compilazione della domanda.

In parallelo verrà avviata un'apposita misura riservata agli studenti che hanno necessità di acquistare mezzi e dispositivi per il collegamento alla rete, per un totale di 500.000,00 euro.

La Regione Toscana si è attivata in attesa del dispiegamento dei collegamenti in banda ultra larga previsti dal Piano scuola nazionale, che viene attivato da Infratel, la società in-house del Ministero dello Sviluppo Economico e soggetto attuatore del piano nazionale banda larga e del progetto strategico per la banda ultra-larga in Italia. 

Questa misura fa seguito alle iniziative già messe in campo dalla Regione Toscana nell'ambito degli interventi per alleggerire le difficoltà vissute dagli studenti, dalla didattica a distanza alle regole attivate in ambito emergenza sanitaria.

Il bando prevede anche la possibilità, nel caso si verifichino economie rispetto alle necessità di collegamenti degli istituti scolastici, che i contributi vadano a coprire l’acquisto di dispositivi per la connettività ad internet da mobile da distribuire al personale docente, quali router e modem per la connessione dati e dei relativi servizi (anche scheda sim dati ma comunque esclusi smartphone). Oltre a ciò, gli Enti beneficiari possono richiedere l’assegnazione di access point wi-fi resi disponibili da Regione Toscana per la connettività interna delle scuole.

Qui disponibile il resoconto della conferenza stampa di presentazione del bando tenutasi il 17 dicembre 2020.

Prévisualisation
1 de 3






Prévisualisation
1 de 2
Prévisualisation
1 de 2

Piattaforme abilitanti - scadenze 28 febbraio

Il D.L. 76 del 16.7.2020 Misure urgenti per la semplificazione e l’innovazione digitale prevede che tutti i comuni italiani devono entro il 28 febbraio 2021, fra le altre cose:

  • effettuare o completare la migrazione alla piattaforma pagoPA per i pagamenti elettronici
  • procedere l’adesione al sistema SPID per l’accesso dei cittadini ai propri servizi digitali
  • integrare i propri servizi all’App IO

Il Ministro Pisano ha confermato queste scadenze ed ha attivato al contempo, tramite pagoPA SpA, un avviso per contributi ai comuni a supporto delle attività necessarie.

Qui la comunicazione inviata ai sindaci toscani dall'Ass.regionale alle infrastrutture e digitalizzazione Stefano Ciuffo e dal Presidente ANCI Toscana Matteo Biffoni, che ricorda come la Regione, in collaborazione di ANCI,  intende affiancare direttamente i comuni per agevolare il conseguimento degli obiettivi indicati nel DL 76/2020, mettendo a disposizione proprie piattaforme tecnologiche, come già sta facendo, ed adeguandole laddove necessario, svolgendo il ruolo di intermediario tecnologico ed aggregatore e supportando gli enti nel rapporto con le aziende fornitrici di software, nel caso queste ultime debbono sviluppare interfacce o svolgere attività di integrazione. 

Insieme alla comunicazione sono disponibili indicazioni che sono di aiuto per partecipare all'avviso e in merito alle attività che la Regione Toscana ha in corso. 

Ricordiamo che la Regione Toscana non ha sottoscritto l'accordo con il Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione collegato all'avviso, quindi i comuni toscani potranno partecipare e potranno successivamente avvalersi della Regione Toscana come intermediario tecnologico per pagoPA, per SPID e per la App IO tramit ele infrastrutture regionali.

Leggi la news su Toscana Notizie.

Prévisualisation
1 de 3
Prévisualisation
1 de 47
Prévisualisation
1 de 37
Prévisualisation
1 de 7
Prévisualisation
1 de 6
Prévisualisation
1 de 6

#ToscanaDigitale

#ToscanaDigitale è il percorso che ha coinvolto il territorio toscana nella discussione sulle linee guida dell’Agenda Digitale Toscana.

La Regione Toscana, con la Delibera regionale 34 del 24/01/2017, ha approvato le Linee guida per l’Agenda digitale toscana e dato avvio, insieme ad ANCI Toscana, al percorso partecipativo di discussione denominato #ToscanaDigitale, per raccogliere dal territorio proposte di miglioramento, di integrazione, priorità e suggerimenti.

Alle 10 tappe, svoltesi da giugno a novembre 2018 nei 10 capoluogi toscani, hanno partecipato oltre 350 persone, 167 Comuni e altri enti, rappresentati delle Camere di Commercio, delle aziende sanitarie, delle aziende di servizio pubblico, delle associazioni di categoria, imprese, start up, coworking e luoghi di innovazione sociale e digitale, fondazioni culturali e dello spettacolo, università, consorzi di bonifica, enti e aziende del turismo, associazioni e organizzazioni sportive, volontariato, protezione civile, professionisti, giornalisti, comunicatori, cittadini, raccontando la propria esperienza.

Durante gli incontri si è notato molto interesse al tema della comunicazione pubblica, in relazione ai contatti con i cittadini, per la promozione delle attività della PA e per l’informazione sui servizi. Molto interesse hanno suscitato gli approfondimenti sulle infrastrutture di base messe a disposizione dalla RegioneToscana ,a partire dal data center regionale in modalità cloud – TIX, e sulle piattaforme abilitanti (ARPA/SPID, pagamenti on line, conservazione, SUAP, ecc.).

Grande attenzione sui progetti di infrastrutturazione in banda ultra larga del territorio, in particolare nelle aree bianche (zone a fallimento di mercato) e per cittadini ed imprese. Si sono svolti approfondimenti anche sul tema delle smart city come nuove infrastrutture per rendere più semplice la vita dei cittadini nelle città ma anche nei territori aperti, nell’ambito della mobilità, della fruizione dei servizi, del risprmio energetico, della connettività, ecc.

E’ disponibile il report di sintesi del percorso #ToscanaDigitale e nella sezione eventi i report delle singole tappe.

Il percorso #ToscanaDigitale ha consentito di aggiornare le Linee guida per l'Agenda digitale toscana con la Delibera della Giunta regionale 1141/2020.

Prévisualisation
1 de 9

Agenda Digitale Toscana

Le tecnologie digitali sono sempre più importanti nella nostra vita, per lavorare, studiare, curarsi, muoversi e viaggiare, usufruire dei servizi pubblici, comunicare. La Regione Toscana ha intrapreso una serie di azioni raccolte in una Agenda Digitale Toscana, con lo scopo di di sfruttare al meglio il potenziale delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione per favorire l'innovazione, la crescita economica e il progresso della comunità, come proposto dall’ Agenda Digitale Europea.

Cos'è

La definizione di una Agenda Digitale Toscana discende dall'Agenda Digitale presentata dalla Commissione europea come una delle sette iniziative faro della strategia “Europa 2020” e riproposto dal Governo con il disposto del Decreto legislativo n. 12 del 27 gennaio 2012, art. 49.

Gli obiettivi indicati per l'Agenda digitale italiana sono ormai da anni al centro delle azioni e delle politiche per la società dell'informazione di Regione Toscana e le azioni svolte finora mettono a disposizione della Toscana un patrimonio importante di infrastrutture, servizi, conoscenze, reti di collaborazione, dati condivisI; tali assett sono le fondamenta su cui si basa lo specifico progetto regionale n.5 Agenda digitale, banda ultra larga, semplificvazione e collaborazione contenuto nel Programma Regionale di Sviluppo 2016-2020.

La programmazione regionale ed il metodo della programmazione locale, condivisa e concertata con i territori, sono lo strumento di governance per il dispiegarsi dell'Agenda Digitale Toscana, che potrà contare anche sugli organismi e strumenti di community network disponibili, a partire da Open Toscana e dalle collaborazioni e intese con il sistema di rappresentanze delle autonomie toscane (ANCI, UPI).
#ToscanaDigitale è il processo di discussione che si è svolto sul territorio,  avviato con la DGR 34/2017 e concluso con le Linee guida aggiornate con la DGR 1141/2020.

Soggetti coinvolti

L'Agenda Digitale Toscana si rivolge non solo agli enti pubblici, Comuni, Province, Unioni di Comuni, Agenzie e soggetti della PA locale e centrale, ma anche al mondo della scuola, delle Università e dei centri di ricerca, capaci di individuare nuove soluzioni capaci di stimolare la creazione di nuovi prodotti e servizi.

Le azioni previste mirano a coinvolgere anche le associazioni dei cittadini e delle imprese: proprio il mondo delle imprese è l'attore con cui l'Agenda Digitale spinge la Pubblica Amministrazione a confrontarsi, al fine di individuare e cogliere opportunità e occasioni di sviluppo.

La comunità nel suo complesso è il soggetto che sta al centro degli obiettivi dell'Agenda Digitale, la quale mira a essere agente di sviluppo collettivo e di garanzia di diritti di cittadinanza e questo può realizzarsi tramite la collaborazione e la sinergia fra tutti i soggetti chiamati a confrontarsi con essa.

Obiettivi

L’Allegato A al DEFR 2020 (Documento di economia e finanza reginale 2020) intende cogliere gli obiettivi dell'Agenda Digitale le tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC) per favorire l'innovazione, la crescita economica e il progresso, passando dall’abbattimento del divario digitale infrastrutturale attraverso la diffusione della Banda Ultra Larga, arrivando a processi di semplificazione e collaborazione, con gli obiettivi di:

  • migliorare i servizi della PA per cittadini e imprese e garantire una loro più semplice, sicura e rapida fruibilità (mediante Open Toscana);
  • realizzare ed evolvere le infrastrutture tecnologiche regionali;
  • sviluppare l’infrastruttura a banda ultra larga, attuando gli interventi programmati sulla base dell’accordo MISE-Regione Toscana;
  • potenziare e valorizzare il data center toscano Sistema Cloud Toscana (già TIX);
  • investire nelle infrastrutture tecnologiche regionali abilitanti (IRIS, DAX, Arpa-SPID. START);
  • investire sul rafforzamento delle competenze e sulla diffusione della cultura digitale tra i cittadini, le imprese, gli enti locali;

L’Agenda Digitale Toscana agirà quindi per raggiungere un importante cambiamento non solo tecnologico ma soprattutto organizzativo e culturale, in un'ottica di consolidamento e diffusione sul territorio toscano di un patrimonio di conoscenze condiviso da tutti i principali attori del "sistema Toscana" (pubblica amministrazione, imprese e cittadini). Spesso infatti l'ostacolo all'innovazione non risiede nella disponibilità di tecnologia ma nella capacità dei singoli e delle organizzazioni di sfruttare appieno le potenzialità delle TIC ripensando il proprio modo di operare.

Le azioni per l’Agenda Digitale Toscana si intersecano con gli obietti del Piano triennale per l’informatica nella pubblica amministrazione 2019-2021 emesso dall’Agenzia per l’Italia Digitale.