Agrégateur de contenus

Prévisualisation
Prévisualisation

Bando LAN Comuni Aree Interne

Regione Toscana ha approvato un avviso per la richiesta di contributi per interventi relativi alla rete LAN/ WLAN rivolto ai Comuni delle Aree Interne, per un valore complessivo di un milione di euro (Decreto Dirigenziale 14764 del 25/08/2021). 

L’avviso sostiene la realizzazione, ampliamento o adeguamento delle infrastrutture di rete LAN (Local Area Network)/ WLAN (Wireless Local Area Network) negli edifici pubblici comunali, dove si svolgono attività istituzionali, didattiche, assistenziali, di ricerca (compresi gli spazi di coworking), culturali, sportive, di aggregazione. Il contributo in conto capitale è erogato a titolo di anticipo per il 100% delle spese di investimento effettivamente sostenute (IVA inclusa), nei limiti dell’importo ammesso in graduatoria, con un massimale di contributo per Comune beneficiario di € 20.000. 

L’Assessorato alle Infrastrutture Digitali della Giunta Regionale ha individuato in Artea l'organismo intemedio per l’istruttoria e l’erogazione del contributo. L’avviso è stato pubblicato sul BURT dell’8 settembre e le richieste dei Comuni  classificati come “Aree Interne” potranno essere presentate sul portale ARTEA fino alla scadenza dell’11 ottobre. Per partecipare è necessario accreditarsi sul sito di ARTEA https://www.artea.toscana.it/   e seguire le istruzioni di compilazione della domanda.

Questa misura segue alle iniziative già messe in campo da Regione Toscana nel periodo di emergenza sanitaria dell’autunno 2020, quando sono stati concessi contributi per i collegamenti ad internet in banda ultralarga e per il potenziamento della rete wi-fi interna degli istituti scolastici, al fine di supportare la didattica digitale integrata.

Il bando si pone inoltre in un’ottica di complementarietà rispetto a quanto verrà realizzato a livello nazionale già a partire dall’anno in corso dal  Ministero dello Sviluppo Economico/ Infratel con il “Piano Banda Ultralarga Scuole”, che andrà ad infrastrutturare ed erogare servizi di connettività in banda ultralarga agli istituti scolastici.

Di seguito il materiale relativo al presente avviso:
•    Avviso per la concessione di contributi per interventi relativi alle infrastrutture di rete LAN/ WLAN a favore dei Comuni delle Aree Interne ( pdf)
•    Istruzioni di compilazione della domanda  (pdf)i
•    Decreto Dirigenziale 14764 del 25/08/2021 (pdf)
•    Elenco dei Comuni “Aree Interne” della Toscana (pdf )
•    Strategia regionale per le aree interne →  https://www.regione.toscana.it/strategia-aree-interne  

Prévisualisation
Prévisualisation
Prévisualisation
1 de 3
Prévisualisation
1 de 7
Prévisualisation
1 de 5
Prévisualisation
1 de 5

Digitale, Ciuoffo: A tutti le stesse opportunità. Accesso alla rete? Diritto fondamentale

"La Toscana next - gen" intervista all'Assessore Ciuoffo

Digital Innovation Hub Toscana

Digital Innovation Hub Toscana Transizione digitale delle imprese

DIH Toscana con la sua Rete di Contact Point sul territorio, si occuperà di far crescere la digitalizzazione nei settori industriali.

 Digital Innovation Hub Toscana (DIH Toscana) è  la proposta progettuale che vedela Regione Toscana 8 come capofila )insieme al coordinamento del distretto tecnologico regionale GATE 4.0

La Piattaforma regionale industria 4.0 nasce come struttura integrata di coordinamento del sistema pubblico di competenze a supporto alle imprese sulle materie del trasferimento e dell'innovazione tecnologica, della formazione tecnica e universitaria e del lavoro. .
.leggi di più su http://industria40.regione.toscana.it/digitalinnovationhub

Smart City

Una Smart City è un luogo dove le reti di comunicazione e i servizi tradizionali sono trasformati e resi più efficienti grazie all’uso delle comunicazioni digitali, per migliorare la vivibilità dei cittadini e delle attività lavorative.

La Regione Toscana ha intrapreso un percorso di la promozione e lo sviluppo delle Smart Cities con un protocollo sottoscritto insieme a Comune di Firenze, Comune di Prato, Comune di Grosseto, Comune di Siena, Comune di Pisa e con ANCI Toscana e Confservizi CISPEL Toscana(DGR 383/2017).

L’azione per le smart city si è intersecata con il percorso di approfondimento dei temi dell’Agenda digitale toscana denominato #ToscanaDIgitale. Durante gli incontri svolti sul territorio, sono state raccolte buone pratiche, esperienze e richieste di vari enti, che sono disponibili nel documento di report finale.

Gli approfondimenti fatti hanno anche consentito di definire una sintetico documento di Linee guida per le smart city in Toscana che definisce obiettivi, caratteristiche generali e architettura logica di un ecosistema di livello regionale.

La richiesta emersa dagli incontri, e confermata dai firmatari del protocollo, è di procedere ad una progettazione e realizzazione di una piattaforma per le smart city di livello regionale, che sia flessibile e scalabile in modo da poter accogliere le esigenze di progetti porposti da enti del territorio rispetto alle loro specifiche esigenze.
Una piattaforma di questo tipo potrà diventare l’infrastruttura di riferimento per progetti di smart city proposti sia da città che da altri soggetti, quali enti che operano su territori più estesi (unioni di comuni, zone montane, ecc.) ovvero soggetti che operano in specifici settori, quali la logistica, i porti o la mobilità.
Regione Toscana ha già avviato, sulla base di specifica convenzione (Decreto dirigenziale 21426/2019), una iniziativa progettuale per la realizzazione di un primo prototipo di piattaforma regionale in collaborazione con il comune di Firenze, il quale, partendo dai progetti in corso, intende rendere più solida e performante la propria piattaforma di smart city utilizzando il data center regionale SCT.

Altri enti potranno usufruire della piattaforma in fase di realizzazione; pur garantendo la separazione dei dati di competenza di ognuno e la loro riservatezza, una piattaforma unica che accoglie dati ed eroga servizi potrà essere occasione di nuove sinergie ed interoperabilità dei dati e dei servizi, al fine di offrire funzioni più evolute e complete a tutti i soggetti che vorranno partecipare al progetto.

Accordo per il digitale Regione Toscana - AgiD

Continua il rapporto strategico fra Regione Toscana ed Agenzia per l’Italia Digitale per l’attuazione delle agende digitali regionali con la sottoscrizione dell’Accordo di collaborazione per la crescita e la cittadinanza digitale, firmato anche dall’Agenzia di Coesione Territoriale, in sintonia con le linee di azione del Piano triennale per l’informatica nella PA, con il contesto socio economico e le priorità territoriali.

Nove le iniziative progettuali programmate nell’accordo, finalizzate alla migrazione dei servizi in cloud, ad aumentare i livelli di sicurezza del sistema informativo regionale, adeguare i servizi regionali alle piattaforme SPID e pagoPA, migliorare i servizi di procurement, migliorare l’interoperabilità tra sistemi, potenziare i servizi per cittadini e imprese, evolvere il sistema informativo open data.

Regione Toscana fruirà dell’affiancamento di AgID nell’attuazione dell’Agenda digitale toscana attraverso un piano di azioni che parte dai fabbisogni dell’ente e verrà attuato grazie alla governance garantita da un’unità centrale di gestione dei progetti (Program management office). Tale unità supporterà le attività previste nell’accordo anche attraverso i Centri di competenza tematici che potranno agevolare il processo di trasformazione digitale tramite la condivisione di metodologie, strumenti operativi e professionalità specialistiche.

L’Accordo promuove la collaborazione tra AgID e Regione Toscana per favorire i processi di trasformazione digitale dell’amministrazione regionale mediante:

  • la razionalizzazione del data center TIX e la sua evoluzione in Sistema cloud toscana (STC) per il rafforzamento del cloud; 
  • la diffusione dei servizi digitali tramite la ristrutturazione ed evoluzione del portale open.toscana.it;
  • l’aumento dei dataset in formato open, grazie alla trasformazione del portale dati.toscana.it in HUB dei siti degli open data presenti in Toscana; 
  • l’aumento degli enti aderenti a pagoPA e la possibilità per i cittadini di disporre di un fascicolo delle posizioni debitorie con la PA tramite IRIS;
  • un accesso unificato ai servizi con i livelli di sicurezza di SPID tramite la piattaforma ARPA, il rinnovo dell’infrastruttura per l’interoperabilità CART con logica delle API per una più efficiente fruizione di dati e servizi per gli ecosistemi digitali della PA;
  • un sistema regionale per la sicurezza informatica per la PA Toscana in coordinamento con i livelli nazionali;
  • la disponibilità di un sistema pubblico di e-procurement basato sulla piattaforma START;
  • il potenziamento dei servizi alle imprese e della semplificazione tramite la piattaforma STAR per i SUAP.

L’intesa siglata dalla Regione Toscana si inserisce nell'ambito dell’Accordo quadro per la crescita e la cittadinanza digitale Verso gli obiettivi Europa 2020, ratificato da AgID e dalla Conferenza delle Regioni e Province autonome a febbraio 2018, con l’obiettivo di rafforzare la capacità delle Regioni di svolgere il ruolo di coordinamento a livello locale della trasformazione digitale dei servizi per i cittadini e imprese (SATD – Soggetto aggregatore territoriale per il digitale). L’Accordo getta le basi per una piena e più efficace attuazione sui territori del Piano triennale rafforzando il patto di collaborazione tra Regioni e Province autonome ed AgID.

Il testo definitivo dell’Accordo è disponibile sul sito di AgiD, compreso l’allegato delle azioni:

 

Prévisualisation
Prévisualisation

Scenari, strategie, progetti e politiche per una Transizione Digitale a prova di futuro

Data: 01 juillet 2021

Rivoluzione Smart -  evento online

L'innovazione e la digitalizzazione rappresentano due strumenti imprescindibili per il necessario cambiamento strutturale del nostro paese a partire dalla PA.

La nuova strategie europea Digital Compass stabilisce obiettivi impegnativi e l'ambizione dell'Italia è di raggiungerli in netto anticipo sui tempi. Il PNRR dedica il 27% delle risorse alla transizione digitale.

Sarà quindi oltremodo urgente farsi trovare pronti e preparati ad accogliere le nuove opportunità e le relative nuove sfide che ci aspettano.

 1 e 2 luglio 2021

Per registrarsi ....

Prévisualisation
1 de 2

DanteCTF, competizione di sicurezza informatica per la CyberNight toscana - progetto Interreg EU CYBER

Data: 19 juin 2021

Regione Toscana, come partner del progetto CYBER, organizza un evento regionale, denominato CyberNight, che ha l'obiettivo di sensibilizzare e fare disseminazione sulle tematiche di cybersecurity.
La CyberNight è costituita:
- da una competizione tecnologica on line, la DanteCTF, il 19 giugno e
- da un momento di disseminazione, che si terrà il 16 giugno 2021 alla presenza del Presidente Giani, dell'Assessore regionale alle infrastrutture digitali, Stefano Ciuoffo, e ai rappresentanti del C3T (Centro di Competenza per la Cybersecurity Toscano).

Il 19 giugno 2021, nell’ambito del progetto InterregEU CYBER, la Scuola IMT di Lucca e la squadra born2scan insieme alla Regione Toscana, organizzano la DanteCTF , un evento che punta ad avvicinare giovani fra i 16 e 23 anni alla tematiche della sicurezza informatica.
La DanteCTF è una competizione online (CTF-Capture The Flag Competition) nella quale ai partecipanti viene richiesto di risolvere delle sfide legate alle tecnologie e alla sicurezza informatica. La partecipazione è totalmente gratuita. Per contribuire alla celebrazioni dei 700 anni dalla morte di Dante, le story board delle challenge sono state sviluppate attorno alle opere del Sommo Poeta. 

Per saperne di più....

Registrazione sulla pagina dell’evento.

 

Inoltre se sei un’azienda, un’associazione, un professionista, e vuoi partecipare alla CyberNight, scrivi a direttore@c3t.it.

Se vuoi proporre premi, stage, gadget per i ragazzi che si aggiudicheranno la gara, scrivi a direttore@c3t.it.

Evento affiliato al progetto CYBER Interreg Europe

 

logo Cyber Interreg EU  

   logo ITA   logo C3T l